Non si contano più ormai, gli appassionati di questa forma di tributo, che consiste nel re-inventare storie che hanno per protagonisti i personaggi della saga.

Si tratta ovviamente di un fenomeno che riguarda numerose altre serie e che in alcuni casi non è tollerato dall”autore, come nel caso di Anne Rice, che si impegna allora in una strenua quanto ridicolmente inutile – viste le dimensioni di Internet – battaglia per rimuovere questo materiale.

La Rowling invece è sempre stata tollerante verso questa forma espressiva, ma ultimamente la Warner, a fronte del proliferare di numerosissime fan fiction a pesante sfondo sessuale (chiamate in gergo slash) si è irrigidita chiedendo anch”essa la rimozione di questo tipo di materiale, nel timore che possa macchiare la reputazione del maghetto, il cui target principale (seppure contro l”evidenza) viene individuato nelle fasce più giovani.