SITO PERSONALE DI MARINA LENTI

Dal 2008 curiosità e approfondimenti sul mondo di Harry Potter

PROSSIMI EVENTI

Questo è il calendario dei miei prossimi incontri. Un calendario degli incontri passati è consultabile qui.
Per inviti a conferenze o per l’organizzazione di seminari a tema potteriano/Fantastico, anche assieme al disegnatore Cliff Wright (illustratore di Harry Potter and The Chamber of Secrets e Harry Potter and the Prisoner of Azkaban), potete scrivere a:
info@marinalenti.com

 

*°*°*°*°**°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°

Gli eventi di aprile, maggio, giugno e luglio sono ancora da confermare. Li renderò noti in questo spazio appena avrò certezze.

–*– ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ‘VIA GUFO’ –*–
Dopo l'inserimento dell'email, controlla la tua casella di posta per confermare l'iscrizione. Se non vedi arrivare l'avviso, controlla la casella dello spam.
Inserendo la tua email e confermando l'iscrizione rispondendo alla relativa email, dichiari di aver letto e accettato la privacy policy del sito visualizzabile QUI e di prestare il consenso al trattamento dei tuoi dati.

J.K. ROWLING SPIEGA DA DOVE PROVIENE IL SUO MATERIALE CREATIVO

Fra l’indifferenza generale – tutti i media sono concentrati sulla notizia insulsa dell’apertura del Megastore newyorkese di Harry Potter – il 30 dicembre scorso la Rowling ha rilasciato alla BBC radio una dichiarazione bomba: ha descritto, per la prima volta in 23 anni, qual è il suo processo creativo.

Ha precisato di non averlo condiviso prima perché, data la sua particolarità, sembra un po’ una cosa da fuori di testa. In realtà chiunque abbia un minimo di dimestichezza con la meditazione, si accorge subito che procedimento descritto non è altro che una sua forma e quindi non c’è nulla di bizzarro in essa.

La scrittrice ha spiegato quindi che la sua tecnica consiste nel immaginare un percorso attraverso molti alberi, che rappresentano i problemi della quotidianità. Il cammino termina presso un lago dove vive una creatura che lei non riesce mai a vedere e che le fornisce materiale. Questo materiale viene poi da lei sfrondato ed  elaborato in un capanno vicino al lago. Non ci vuole Sigmund Freud per sapere che tutti gli specchi d’acqua simboleggiano l’inconscio e la stessa Rowling, spiegando di essere consapevole che la creatura non è altro che la trasfigurazione della propria creatività interiore, conferma implicitamente quanto sopra.

La scrittrice ha spiegato inoltre che la creatura non le fornisce sempre questo materiale e, quando ciò accade, non bisogna ” disturbare l’acqua” (curiosa espressione che mi ha rammentato l’episodio del Signore degli Anelli quando Aragorn, di fronte alle miniere di Moria, raccomanda a Pipino la stessa cosa); semplicemente bisogna attendere quieti e, se non arriva nulla, andarsene senza lasciarsi prendere dal panico. Ma è proprio a quel punto che la creatura avverte la rinuncia e, con uno ‘splash’, si decide allora a consegnare il materiale tanto ambito.

La Rowling ha usato questo processo anche per lo spunto iniziale di Harry Potter? Quel famoso giorno di giugno del 1990, su quel famoso treno, la sua mente vagava già in questa fantasticheria? Purtroppo l’intervistatore non gliel’ha chiesto, ma poiché l’autrice ha detto di usarlo ormai da molti, molti, molti anni (lo ha detto proprio tre volte), è sicuro che l’abbia usato quantomeno per una parte dei romanzi successivi.

Non so voi, ma io penso che sia la metafora più bella che abbia mai letto per descrivere il processo creativo di uno scrittore. Forse, fra qualche mese, anziché parlare dell’ennesima invenzione del mantello dell’invisibilità (sono almeno 15 anni che lo leggo puntualmente) o del prossimo fidanzato di Emma Watson, anche i giornali si accorgeranno di questa perla e vorranno segnalarla ai lettori.
Dal mio piccolo cantuccio non mancherò di condividerla in tutte le prossime conferenze che terrò.



DUE CONFERENZE POTTERIANE A BASSANO MAGICHA

Sabato 18 gennaio e domenica 19 presenzierò all’evento dedicato al fantasy Bassano Magicha’ che si terrà presso il Bassano Expo di Via Valsugana 22, Cassola (VI). Vi terrò due conferenze: la prima relativa al percorso editoriale di J.K. Rowling, che si terrà sabato dalle 17,30 alle 18,30, e la seconda incentrata sulla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts, che si terrà domenica dalle 15,00 alle 16,00.

Parallelamente, affiancherò come di consueto l’illustratore potteriano Cliff Wright traducendo in simultanea il suo workshop ‘Nature of Seeing’ che si terrà sabato dalle 13,45 alle 17,45 e domenica dalle 10,30 alle 14,00. Poiché i posti per il workshop sono limitati, è necessario prenotarsi in anticipo al link FB di cui sopra.

A Bassano saranno presenti anche altri due Italinklings, il gruppo di saggisti che ho il piacere di coordinare per i progetti antologici sul genere fantasy: si tratta degli amici Chiara Nejrotti e l’amico Paolo Gulisano, che faranno interventi sul Signore degli Anelli.

Una descrizione dettagliata ed esaustiva delle location e delle attività dell’evento è rinvenibile in questo video., mentre qui trovate ulteriori info su costi e accesso alla struttura e, infine, per qualsiasi info, potete contattare bassanomagicha@gmail.com.



IN CUCINA CON HARRY POTTER

Lo scorso novembre è comparsa nelle librerie la traduzione italiana di un ricettario americano uscito nel lontano 2011 col nome di Unofficial Harry Potter Cookbook. L’editore nostrano è Vallardi, che per il nostro mercato ha scelto il più accattivante titolo di In cucina con Harry Potter – Il ricettario non ufficiale.

Per una volta, però, eravamo stati noi noi ad aver anticipato gli Americani. Infatti, un libro di ricette potteriane, A tavola con Harry Potter, era già uscito in Italia nel 2007, a firma di Luisa Vassallo e Barbara Paoletti, per le Edizioni Ancora.

Questa versione a stelle strisce, scritta da Dinah Bucholz per l’editore Adams Media, includeva centocinquanta ricette, fra cui i pasticcini di zucca, la torta di melassa, i cioccalderoni, il pasticcio di carne di Molly e la zuppa di cipolle di Kreacher, per un totale di 256 pagine ma nella versione italiana ne troviamo ben 365. Anche con un cambio di font e di impaginazione, è difficile far lievitare un libro in queste proporzioni, perciò è probabile che nel frattempo siano state aggiunte nuove ricette.
Al sito ufficiale dell’autrice trovate (chiaramente in lingua inglese) un piccolo ricettario online estratto dal volume, mentre sull’anteprima di Amazon trovate l’introduzione e qualche ricetta in Italiano.

Per chi invece volesse approcciare il discorso cibo dal punto di vista saggistico, cioè l’articolato uso narrativo che ne fa la Rowling (anche se in coda contiene anch’esso  due brevi ricettari e un quiz a tema), ricordo che ho scritto un saggio apposito dedicato all’argomento, pubblicato da Runa editore: si tratta di Harry Potter, il cibo come strumento letterario, che potete trovare qui.



HOGWARTS E LE SCUOLE DI MAGIA A CASALE MONFERRATO

Venerdì 22 novembre, alle ore 17,30 sarò a Casale Monferrato (AL) per parlare di Hogwarts all’interno di una rassegna dedicata alle scuole di magia nel fantasy denominata ‘Viaggio nella terra del fantasy’.  

Esploreremo tutti gli aspetti di questo delizioso castello, un personaggio ‘vivente’ a tutti gli effetti anche se non umano né animale, scoprendo perché può essere tranquillamente considerato la regina delle boarding school.  

Mi fa molto piacere affrontare questo tema, di cui ho già scritto anni fa in un articolo dedicato ma di cui parlo in pubblico per la prima volta, anche perché non ci sono studi saggistici particolari su Hogwarts. Di solito ci si occupa, appunto, delle creature viventi (in senso strettamente biologico) della saga o tutt’al più si esamina il castello all’interno di discorsi più ampi che riguardano tutte le ambientazioni della saga. Spero quindi di svelarvi qualche curiosità che possa farvela apprezzare, se possibile, ancor di più.  

Vi aspetto quindi alla Bilblioteca Civica G. Canna, Via Corte d’Appello 12, Casale Monferrato (AL).

A BOOKCITY 2019 IL VENTENNALE DEL PRIGIONIERO DI AZKABAN

Anche quest’anno è arrivata Bookcity, la mia manifestazione preferita in campo editoriale (la seconda, se siete curiosi :D, è Stranimondi).

E anche quest’anno ci ritroveremo a parlare di Harry Potter, poiché ricorre il ventennale della pubblicazione (inglese) di Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban. A questo argomento dedicherò un’apposita conferenza sabato 16 novembre alle ore 10,30 presso il Teatro del Buratto, Via Giovanni Bovio 5. Parlerò della struttura del romanzo, degli aneddoti sulla realizzazione della copertina, del materiale biografico che si cela dietro certi personaggi, del materiale folkloristico, antropologico e letterario usato per la creazione delle creature magiche e poi darò spazio alle eventuali domande.

Sempre a proposito di Bookcity, colgo l’occasione per segnalare altri due appuntamenti, entrambi previsti per venerdì 15, che mi stanno a cuore, perché parleranno dei primi due volumi della collana ’10 Consigli’ di Edizioni del Gattaccio che ho ideato e dirigo, dedicata alla Scrittura nelle sue molteplici declinazioni di tipologia e di genere:

FANTASCIENZA, PER ESEMPIO
Si tratta di un panel che terrò assieme all’editore Luciano Sartirana  e al saggista Emanuele Manco, autore del volume ’10 Consigli per scrivere Fantascienza’ (a questo link una panoramica dal sito dell’autore). Si terrà presso l’Unione Grafici di P.za Castello 28 alle ore 11,30.

SCRIVERE PER GIOVANI E’ UN GIOCO DA RAGAZZI?
Questo è invece un panel che terranno le saggiste Livia Rocchi e Chiara Valentina Segré, autrici del volume ’10 Consigli per scrivere per ragazzi’, unitamente a Fulvia degl’Innocenti, scrittrice e presidentessa di ICWA, l’associazione che riunisce tutti gli scrittori italiani per ragazzi. Si terrà presso l’Unione Grafici di P.za Castello 28 alle ore 14,30.

Archives