mari-upclose-2Milanese, laureata in legge, Marina Lenti ha iniziato a scrivere nel 1989, collaborando con testate musicali e, successivamente, con pubblicazioni dedicate all”home video. Pur avendo maturato, fin dalla metà degli anni ’90 i requisiti per l’iscrizione all’Albo dei Giornalisti Pubblicisti, non ha mai fatto richiesta in tal senso perché profondamente contraria al sistema ordinistico.

Nel corso degli anni si è occupata dell’attività di ufficio stampa collaborando con varie etichette, major e indipendenti, e con alcune case editrici. Per queste ultime ha curato anche svariate quarte di copertina.

Per oltre quattro anni è stata la Guida Harry Potter del portale Supereva/Dada. Per lo stesso portale ha scritto anche numerosi  articoli in tema di musica e di animali.

Per oltre otto anni è stata redattrice di Fantasy Magazine, la testata on line sul Fantastico più letta in Italia (un milione e mezzo di pagine al mese visitate), diventando, in particolare, la curatrice del settore dedicato a Harry Potter. Per questo portale, e per la sua controparte cartacea ‘Effemme’, ha scritto circa un migliaio di articoli, sia sul maghetto che su altri temi del Fantastico.

Nel 2006 ha pubblicato L’Incantesimo Harry Potter, che per tre settimane è rimasto fra i primi 5 posti nella sezione saggistica della classifica di vendita di Internet Book Shop. Il volume è stato incluso nella bibliografia di tesi universitarie degli atenei di Roma, Palermo, Modena e Reggio Emilia e in quella di altri otto saggi su Harry Potter. Una ristampa aggiornata è stata pubblicata l’anno successivo, mentre nel dicembre 2010 è uscita la versione ebook. Una seconda versione ebook, con un capitolo aggiuntivo riguardante l’avvento dell’operazione editoriale Pottermore, è stata pubblicata nell’ottobre 2012. Il saggio ha vinto il Premio Italia 2007, riconoscimento che il fandom italiano tributa a ciò che, nell’ambito della Fantascienza e del Fantastico, si è distinto nel nostro Paese durante l’anno solare. L’assegnazione è deputata all”Italcon (Convegno Italiano del Fantastico e della Fantascienza), che è il corrispettivo nazionale dell”Eurocon, il convegno europeo con cadenza biennale, e della WorldCon, la grande convention mondiale nel corso della quale vengono assegnati i premi Hugo.

Nel 2007 ha pubblicato Harry Potter a test, manualetto ludico ricco di curiosità e retroscena sulla saga sotto forma di quiz, che nel 2009 è stato tradotto in Francese dall’editore Belin col titolo di Le Monde de Harry P ed è uscito in ebook nel 2015, in edizione ampliata e aggiornata, per Camelozampa editore.

A partire dal 2007 ha cominciato a tenere conferenze e tavole rotonde sul tema, in qualità di ospite a fiere librarie ed eventi specializzati (v. sezione Archivio Eventi di questo sito).

Nel 2009 è stata consulente supervisore della versione italiana dell”Harry Potter Lexicon di Steve Vander Ark, la più famosa enciclopedia potterica edita da Piemme.

Nel 2011 ha partecipato a un’antologia di saggi brevi sul mondo di  J.K. Rowling (Potterologia’), assieme ad altri saggisti italiani del settore, con un lavoro dedicato all’analisi alchemica di uno dei racconti di Beda Il Bardo (‘La Fonte della Buona Sorte: un’allegoria alchemica‘). Il volume, da lei ideato e coordinato con il preciso intento di devolvere le royalty a un’associazione pro infanzia (Theodora.it), è uscito per l’editore Camelozampa ed è stato ristampato con l’aggiunta di un undicesimo saggio nel maggio 2015.
Nello stesso anno ha avviato analoga operazione di beneficenza, questa volta a favore degli animali (Savethedogs.eu), con un’antologia di racconti e giochi animalisti (
‘Code di Stampa’), edita da La Gru, cui ha partecipato col racconto ‘Coraggiosa’.

E’ co-curatrice, assieme agli autori Amneris Di Cesare, Sara Elisa Frison, Paolo Gulisano, Isabella Giomi, Fabio Musati, Cristina Pivari Livia Rocchi, Antonia Romagnoli e Chiara Valentina Segré dei blog di entrambe le antologie.

Nel 2012 ha pubblicato, sempre per Camelozampa, La Metafisica di Harry Potter, saggio dedicato alle tematiche soprannaturali della saga che è stato finalista al Premio Italia 2013. Nello stesso anno ha ricevuto la nomina di socio onorario dell’Associazione Delos Books, qualifica che è stata tributata a personalità del fantastico nazionali e internazionali quali Gianfranco Viviani, Vittorio Catani, Robert J. Sawyer e  Paul De Filippo.

Dal settembre 2013 fino alla chiusura, è  stata consulente editoriale della ludoteca-babyparking Magicabula per le iniziative e le attività librarie della struttura.

Nel marzo 2014 alcuni estratti dalla sua intervista rilasciata alla rubrica online Scrivere Donna, a firma della giornalista Laura Costantini, sono stati pubblicati nell’ebook di quest’ultima intitolato Scrivere? Non è un mestiere per donne, uscito per Historica Edizioni. Nello stesso anno ha avviato, in collaborazione con Edizioni Del Gattaccio, un primo ciclo di seminari dedicati alla struttura narrativa della saga di Harry Potter, intitolato La Chiave magica: J.K. Rowling e il dietro le quinte di una grande saga e un secondo ciclo dedicato alla scrittura di saggistica e biografia.

Nel 2015 ha pubblicato, per Runa Editrice, il saggio Harry Potter: il cibo come strumento letterario e ha scritto la prefazione del saggio di Amneris Di Cesare, uscito per il medesimo editore, ‘Mamma o non Mamma: le madri minori nell’universo di Harry Potter’. Nello stesso anno ha ideato e organizzato l’evento ‘Milano Fantamagica’, un weekend dedicato al Fantastico con conferenze, tavole rotonde, mostre e laboratori.

Il 24 giugno 2016 è uscita l’antologia saggistica multiautore che ha ideato e curato per Runa Editrice Il Fantastico per ragazzi: luci e ombre di 10 serie di successo, cui ha partecipato anche in veste di autore con un saggio breve Io combatto per vincere e combatto con quello che ho, dedicato alla serie L’Ultimo Elfo di Silvana De Mari.

A novembre 2016 è uscito invece un saggio biografico non ufficiale su J.K. Rowling per Ares Edizioni (già editori della famosa biografia su J.R.R.Tokien a cura di H. Carpenter), intitolato J.K. Rowling, l’incantatrice di babbani.

Nello stesso mese, per Camelozampa editore, ha pubblicato Hobbitologia, antologia saggistica multiautore dedicata al famoso romanzo tolkieniano, da lei curata e ideata e a cui ha partecipato con il saggio breve L’uso del cibo ne Lo Hobbit. Questa è la terza tappa di un disegno (scherzosamente chiamato Progetto ‘Nuovi Inklings’, con chiaro omaggio al gruppo letterario in cui militarono Tolkien e Lewis, ma estremamente ben conscio delle rispettive stature) volto ad accrescere la riflessione accademica sul Fantastico, fiorente da decenni in Gran Bretagna ma assai sporadico in Italia.

Nella medesima ottica di sensibilizzazione, nel 2017 ha portato in Italia i workshop di illustrazione fantastica di Cliff Wright – stimato illustratore per ragazzi, già autore delle copertine originali inglesi di Harry Potter e la Camera dei Segreti e Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban – affiancandolo nella traduzione dei seminari.

Altri eventi ‘Nuovi Inklings’ sono allo studio per la fine del 2017 e per tutto il 2018. Ma, come scriveva Michael Ende, “questa è un’altra storia e dovrà essere raccontata un’altra volta”.