IN ARRIVO A NOVEMBRE…
...l'antologia saggistica multiautore 'L'Ombra del Cattivo,
10 antagonsti del fantastico tra letteratura,cinema e televisione'.
Il saggio che ho scritto riguarda la pentalogia di 'Spiderwick - Le Cronache' di H. Black e T.DiTerlizzi
Qui sotto il trailer del film che ne è stato tratto

Marina Lenti

Dal 2009, curiosità e approfondimenti sul mondo di Harry Potter

LA SCIENZA DEL WINGARDIUM LEVIOSA

Siete rimasti affascinati dalla prima lezione di Incantesimi di Harry Potter, ma non siete bravi come Hermione e assomigliate piuttosto al piccolo Ron, i cui maldestri tentativi non sortiscono effetto sulla piuma da far levitare?

Niente paura, vi soccorre la tecnologia, che – come affermava lo scrittore fantascientifico A. C. Clarke – se sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia.

Sfruttando il principio del Generatore di Van Der Graaf, è stato costruito infatti questo giocattolo venduto dal sito Think Geek. Il generatore è nascosto dentro la bacchetta ‘magica’, che è provvista di un bottone schiacciando il quale essa si carica di energia statica.

 

La dimostrazione pratica di come funziona dell’oggettino è replicata nel video qui.

Nella confezione sono incluse anche tre forme astratte da far levitare, realizzate in Mylar, uno dei marchi con cui la DuPont (la stessa che produce i rivestimenti per le padelle da cucina) contraddistingue prodotti in polietilene tereftalato, materia plastica appartenente alla famiglia dei poliesteri.

Il Generatore di Van Der Graaf è basato sul seguente meccanismo:

un nastro di gomma corre dal basso, dove viene bombardato con degli elettroni, verso l’alto, dove si trova un conduttore. Gli elettroni tendono ad allontanarsi gli uni dagli altri in quanto provvisti della tessa carica (negativa) e finiscono così all’esterno della sfera, lasciando il nastro di gomma – che non è in grado di condurre elettricità – privo di carica. Tale carica rimane sulla sfera finché non viene toccata (come dimostrano le piccole scariche elettriche che si vedono in questo filmato, più valido di mille spiegazioni).

E voilà, il Wingardium Leviosa è servito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *