L’Adenium, detto anche rosa del deserto, è una pianta della famiglia delle Apocynaceae.

Secondo la definizione di questo sito di giardinaggio, di tratta di una “pianta caudiciforme con fusti ramificati di colore marrone, con base rigonfia, formata sia dalle radici che dal fusto, che ha il compito di immagazzinare acqua”.

A quanto pare qualcuno ne ha selezionata una specie ibrida che ha battezzato poi col nome di Harry Potter. La creatura di J.K. Rowling c’entrerà qualcosa? Non sono riuscita ad appurarlo, ma dopo che il suo mago ha tenuto a battesimo  addirittura un gene umano, non lo escluderei affatto.

Ad ogni modo, mi sembrava una segnalazione simpatica, soprattutto per quei potteriani che hanno il pollice verde e si dilettano a rivalaggiare con la professoressa Sprite.

A quanto pare questo vegetale è molto popolare a
Taiwan e il suo bello è che inizia a fiorire già quando è molto giovane e lo fa copiosamente. Nella foto qui a fianco potete ammirare un magnifico esempio.

E’ una pianta che ama il caldo, la luce e l’aria fresca e che necessita di potatura dopo la fioritura. Ma attenzione a lavarsi bene le mani dopo averla maneggiata perché la linfa è velenosa. Fortunatamente però l’Adenium non ha il brutto vizio di spruzzarla attorno come tutti sappiamo invece essere abitudine della Puzzalinfa e questo è uno degli indubbi vantaggi delle piante babbane su quelle magiche, grazie ai quali il giardinaggio può essere consigliato anche alle vecchiette in tutta sicurezza.


Suggerimenti dettagliati su come piantarla e curarla sono reperibili al link di cui sopra da dove ho tratto la descrizione, oppure a
questo link, dove è presente una spiegazione in Francese e dove, volendo, è possibile ordinare i semi.

E volete mettere l’effetto che farete quando annuncerete agli amici: “Venite, vi presento il MIO Harry Potter“?